Rugby nelle carceri

Un progetto coordinato da Closer e promosso da Venezia Rugby ASD. La squadra femminile Venezia Rugby garantisce un allenamento settimanale di un’ora alle donne detenute. 

Lo scopo del progetto è quello di coinvolgere le donne – di età ed etnie diverse – in uno sport che è allo stesso tempo gioco di squadra e combattimento, che poggia sulla gestione dell’agonismo e su un sistema di regole di natura tecnica ed etica. Gli allenamenti formano giocatrici, lavorando sul rispetto tra persone, sul senso di appartenenza alla squadra e sulla condivisione degli obiettivi.  

Closer ha deciso di appoggiare questo progetto perché lo sport promuove culture e stili di vita: il rugby, fondato su lealtà e disciplina, può essere un’attività molto utile in vista del reinserimento sociale.